mercoledì 5 maggio 2010

[9] Tastiere Giocattolo - Piano Watch - di Cobol



L'idea e' interessantissima: realizzare un orologio che consenta anche di comporre micromusica quando si e' fuori casa: quando l'ispirazione ti coglie alla sprovvista. E allora passino le scomode condizione in cui sei costretto a suonare, passi anche il fatto che non c'e' una uscita audio per le cuffie. Passiamo anche sul fatto che il pianofortino e' dotato di un solo monofonico suono ad onda quadra (che non e' poco).
Ma i semitoni ce li volete mettere?
Io davvero non capisco la ragione che porta molti costruttori a decidere di rinunciare ai semitoni. Come se uno potesse decidere di costruire un disco volante senza luci e senza ronzii alieni, un dinosauro senza il doppio cervello, un sistema solare binario senza una doppia stella.
Una strisciante normalizzazione verso i toni maggiori si insinua nelle societa' occidentali fin da quando sei bambino. I semitoni rappresentano evidentemente una stortura, un rimosso... i semitoni come elemento batalliano che sconquassa la pacata normalita' di un ottimismo forzato e indotto ottimismo.
Comunque; l'orologio e' degli anni Ottanta, il suono non e' particolarmente interessante ma in talune occasioni puo' tornare davvero utile: sopratutto per fare un figurone d'eleganza e buon gusto.

1 commento: